Funzionari brasiliani affermano che il governo rifiuterà più di $22 milioni promessi al vertice del G7 a Biarritz per aiutare a combattere gli incendi violenti in Amazzonia.
Secondo il Presidente Bolsonaro quello del G7 è solo un tentativo di colonizzare il Brasile.

Lo stanziamento per l’Amazzonia

Emmanuel Macron ha annunciato lunedì che i finanziamenti sarebbero stati immediatamente erogati. I soldi potrebbero essere spesi in più sortite per gli aerei antincendio in modo da frenare gli incendi nella foresta pluviale che hanno allarmato gli ambientalisti.

Il motivo del rifiuto

Jair Messias Bolsonaro è un politico brasiliano, Presidente del Brasile dal 1º gennaio 2019.

Il Brasile non ha immediatamente fornito una ragione per il rifiuto dei soldi.
Il Presidente Jair Bolsonaro, tuttavia,  ha precedentemente accusato Macron di aver adottato una mentalità “colonialista” al vertice delle principali nazioni sviluppate (il G7 che si è svolto in Francia).
Il presidente brasiliano, che in precedenza aveva affermato senza prove che le ONG avrebbero potuto appiccare gli incendi per screditare il suo governo, ha suggerito che l’Occidente stava cercando di ottenere l’accesso alle risorse naturali del suo paese.

Le dichiarazioni dello staff di Bolsonaro

Il capo dello staff di Bolsonaro, Onyx Lorenzoni, ha dichiarato al sito web della G1 che “apprezziamo [l’offerta], ma forse quelle risorse sarebbero più utili per il rimboschimento dell’Europa”.
Lorenzoni successivamente ha aggiunto che Macron si sta comportando in modo ipocrita dopo l’incendio di aprile che ha coinvolto la cattedrale di Notre-Dame di Parigi.

Macron non può nemmeno evitare un incendio prevedibile in una chiesa che è un patrimonio culturale mondiale. Cosa intende insegnare al nostro Paese? 

Il Ministro dell’ambiente aveva accettato l’offerta

Il Ministro dell’ambiente brasiliano aveva inizialmente accolto con favore l’offerta di fondi del G7, nonché un impegno separato di Regno Unito e Canada che avevano annunciato di voler stanziare 10 milioni di dollari ciascuno.

Le altre iniziative per l’Amazzonia

Earth Alliance, l’iniziativa ambientale sostenuta da Leonardo DiCaprioha stanziato ben 5 milioni di dollari per difendere e preservare la foresta pluviale amazzonica a seguito al disastroso aumento degli incendi delle ultime settimane.

Il fondo di emergenza dell’organizzazione è già a lavoro per aiutare i partner locali e le comunità indigene che stanno da giorni interi proteggendo le loro abitazioni e gli habitat all’interno dell’Amazzonia.
I fondi saranno donati a cinque organizzazioni locali quali Instituto Associacao Floresta Protegida (Kayapo), Coordinamento delle organizzazioni indigene dell’Amazzonia brasiliana (COIAB), Instituto Kabu (Kayapo), Instituto Raoni (Kayapo) e Instituto Socioambiental (ISA).