Autostrade – Allianz: è giallo sull’accordo.

La notizia

Nei giorni scorsi, La Stampa, ha riportato la notizia su un eventuale accordo tra Autostrade per l’Italia e il gruppo Allianz. Di cosa si tratta? Secondo la testata torinese, Atlantia avrebbe programmato la cessione del 51% ad Allianz. Una situazione che ribalterebbe quella attuale: al momento, infatti, Atlantia detiene l’88%. Allianz, quindi, che già detiene circa il 7% , ne diventerebbe socio di maggioranza.

Autostrade alla Germania: le condizioni

La cessione del 51% di Autostrade, a che condizioni avverrebbe? La Stampa ha riportato alcune delle condizioni:

  • Nessuna revoca delle concessioni ( si era parlato di revisione\ revoca);
  • Cessione a prezzo di mercato della maggioranza di Autostrade;
  • Cessione delle quote cinesi;
  • Incremento sugli investimenti fino a 4 miliardi

In cambio di cosa? Le “uniche” due condizioni a favore, sembrerebbero essere l’assenza di penali per Autostrade, sui cui alcuni movimenti politici italiani avevano costruite intere campagne elettorali dopo il crollo del ponte Morandi a Genova. In aggiunta, si richiederebbe il blocco delle tariffe per almeno 2 anni.

Fake news?

Il rilascio della notizia ha scatenato letteralmente un putiferio. In primis per la Lega, poi per tutto il centrodestra. Non si è fatta attendere, quindi, la risposta di Palazzo Chigi: la ministra De Micheli ha smentito, così come la stessa Atlantia. Eppure i mercati non mentono mai, giusto?

Ai posteri l’ardua sentenza.