Home » Antitrust » Chiara Ferragni indagata per truffa aggravata per il caso pandoro

Chiara Ferragni indagata per truffa aggravata per il caso pandoro

La famosa influencer e Alessandra Balocco nel mirino della Procura di Milano.

Categorie Antitrust · Attualità · Marketing
Vuoi leggere tutti gli articoli del network (oltre 10.000) senza pubblicità?
ABBONATI A 0,96€/SETTIMANA

Chiara Ferragni indagata per truffa – La nota influencer Chiara Ferragni si trova ora al centro di una controversa indagine giudiziaria dopo la bufera delle scorse settimane a seguito della multa dell’Antitrust per pubblicità ingannevole. La Procura di Milano ha infatti iscritto Ferragni nel registro degli indagati per truffa aggravata, in relazione al caso del pandoro ‘Pink Christmas’ prodotto dalla nota azienda dolciaria piemontese Balocco.

Chiara Ferragni indagata per truffa

L’indagine, che ha preso una svolta decisiva con l’intervento della Guardia di Finanza, ora vede implicata anche Alessandra Balocco, presidente e amministratore delegato della Balocco Spa. Le accuse, originariamente incentrate sulla frode in commercio, sono state aggiornate a truffa aggravata. Questo cambio di prospettiva accusatoria è il risultato di nuove prove emerse, tra cui una serie di email scambiate tra lo staff di Ferragni e quello della società Balocco.

La campagna promozionale in questione

Chiara Ferragni indagata per truffa

Il fulcro dell’indagine riguarda la campagna di promozione del pandoro ‘Pink Christmas’. Secondo quanto riportato, Ferragni avrebbe contribuito attivamente alla promozione del prodotto, affermando che parte dei ricavi sarebbe stata destinata all’ospedale Regina Margherita di Torino. Le email acquisite dall’Antitrust sembrano però suggerire una realtà diversa, portando gli inquirenti a modificare le ipotesi di reato.

Operazioni della Guardia di Finanza

I finanzieri del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria della Guardia di Finanza di Milano hanno condotto un’operazione approfondita, acquisendo documentazione presso la sede della Balocco Spa e analizzando la corrispondenza tra i team di Ferragni e della Balocco. Queste azioni, delegate dal procuratore aggiunto Eugenio Fusco, hanno portato all’iscrizione nel registro degli indagati di entrambe le figure chiave.

Un caso di luce pubblica e prossimi sviluppi

La situazione ha attirato l’attenzione dei media e del pubblico, data la notorietà delle figure coinvolte. Chiara Ferragni, nota per il suo impatto nel mondo della moda e dei social media, si trova ora a dover affrontare accuse gravi che potrebbero avere un impatto significativo sulla sua immagine pubblica e sulla sua carriera.

Il caso è ancora in pieno sviluppo e ulteriori dettagli emergeranno nel corso delle indagini. Resta da vedere come Ferragni e Balocco risponderanno a queste accuse e quali saranno le mosse della difesa. Questo episodio solleva inoltre interrogativi più ampi sul ruolo degli influencer nella promozione di prodotti e sulla trasparenza delle campagne pubblicitarie.

Le indagini della Procura di Milano e le operazioni della Guardia di Finanza continueranno a fornire aggiornamenti su questo caso che ha già suscitato grande interesse e dibattito.

Lascia un commento