Quando fai la spesa, tipo da Conad non si pensa in realtà mai a quanto possa essere ricco un supermercato. Qualche mese fa durante la trasmissione “Chi vuol essere Milionario?” di Gerry Scotti apparve una domanda particolare che più o meno era: Qual’è l’azienda con gli utili più alti al mondo? Ebbene da studente di Finanza già mi aspettavo una qualche azienda petrolifera, o tecnologica. Ebbene no. Wal-Mart.

Perché quest’introduzione?

Il mondo della Grande Distribuzione Organizzata ha in Italia un nuovo leader: Si tratta di Conad, che, con una grossa operazione di acquisizione si proietta nella top 50 dei gruppi mondiali. Oggetto dell’operazione sono la quasi totalità delle filiali Auchan Retail e Simply. si parla di circa 1600 attività: dal minimarket sotto casa ad enormi ipermercati.

Ph. Credits Fanpage.it

Le cifre

L’operazione ha avuto un valore di circa un miliardo di euro. Considerando poi che Conad al momento detiene il 13% della fetta di mercato della GDO italiana e Auchan il 6%, il nuovo totale detenuto da Conad sarà quasi il 20%, dunque un quinto dell’intero mercato italiano. Al momento il più grande gruppo in Italia sarebbe Coop che detiene il 17%. Con questa mossa quindi si sposterebbe la corona di più grande gruppo italiano sulla testa di Conad.

Questioni legali

Parlando più in termini assoluti e legali la questione è partita già da marzo con il finanziere Raffaele Mincione che ha deciso di buttarsi a piè pari nella gestione di immobili retail. In questo caso è stata creata una newco dal nome Bdc Italia. Il capitale è stato versato al 51% da Conad e la restante parte da una società lussemburghese dello stesso Mincione. Sul piano legale e finanziario invece l’assistenza è arrivata da PwC per Conad e da CIB Credit Agricole per Auchan-Simply.

Raffaele Mincione. Ph. Credits Liguria Business Journal

L’acquisizione, già firmata da entrambe le parti, deve però aspettare ancora l’Ok da parte dell’antitrust per verificare appunto che non ci sia un vantaggio sleale. La questione, seppur delicata, dovrebbe però essere solo un proforma.

Ancora più cifre

L’operazione dovrebbe essere completata nella seconda metà del 2019. Nel 2018 Auchan Retail Italia aveva circa 1.600 punti vendita di vari marchi (compresi Auchan e Simply), un fatturato di circa 3,7 miliardi di euro e circa 18.000 dipendenti, mentre Conad aveva circa 3.300 punti vendita e ricavi per 13,4 miliardi. Facendo dunque riferimento ai dati 2018 e su base teorica, i ricavi di Conad salirebbero a 17,1 miliardi circa. Il valore dell’intera operazione però non sono stati rivelati ma si parla di circa un miliardo di euro.

Potrebbero esserci problemi?

Alcuni Supermercati Auchan in realtà non sono gestiti da Auchan Retail Italia ma dalla società Ceetrus, sopratutto in Sicilia. Ciò che è certo però è che Auchan Retail Italia passerà interamente nelle mani di Conad che può quasi festeggiare. Quasi perché oltre ai vari problemi legali si aggiungono quelli con i sindacati. Ci sono circa 20.000 addetti direttamente interessati al passaggio di proprietà e vorrebbero delle risposte certe sul proprio futuro perché si sa, con le grandi acquisizioni non si fa fatica a parlare di tagli.

La dichiarazione dell’Ad di Conad

“Oggi nasce una grande impresa italiana, che porterà valore alle aziende e ai consumatori italiani”, avrebbe commentato l’ad di Conad, Francesco Pugliese, il giorno dell’accordo.  “Siamo soddisfatti di aver acquisito e riportato nelle mani di imprenditori italiani una rete di distribuzione di grande valore, che sta attraversando un periodo di difficoltà ma che ha grandi potenzialità ed è complementare a quella di Conad”

 

Per approfondimenti

Articolo Il Sole 24 Ore

Articolo Qui Finanza