L’attivista climatica Greta Thunberg ha deciso di tutelarsi facendo registrare il marchio del movimento Fridays For Future che ha creato. L’attivista svedese lo ha annunciato con un post su Instagram.

Il post di Greta

“Impostori, marchi, interessi commerciali, royalties e fondazioni …
Primo: purtroppo ci sono ancora persone che stanno cercando di impersonarmi o dichiarare falsamente di “rappresentarmi” per comunicare con persone di alto profilo, politici, media, artisti ecc.
Per favore siate consapevoli del fatto che ciò sta accadendo e siate estremamente sospettosi quando venite contattati da “me” o da qualcuno che afferma di “rappresentarmi”.
Mi scuso con chiunque sia stato contattato – e persino indotto in errore – da questo tipo di comportamento.
Secondo: il mio nome e il movimento #FridaysForFuture vengono costantemente utilizzati per scopi commerciali senza alcun consenso. Succede ad esempio nel marketing, nella vendita di prodotti e nelle persone che raccolgono denaro a mio nome e a nome del mio movimento.
Ecco perché ho fatto domanda per registrare il mio nome, Fridays For Future, Skolstrejk för klimatet, ecc. come marchi.
Questa azione serve a proteggere il movimento e le sue attività.
È anche necessario per consentire al mio legale di intraprendere le azioni necessarie contro le persone, le società, ecc. che stanno cercando di usare me e il movimento per scopi non in linea con ciò che il movimento rappresenta. Vi assicuro che io e gli altri scioperanti dalla scuola non abbiamo assolutamente alcun interesse per i marchi. Ma sfortunatamente deve essere fatto.
Fridays For Future è un movimento globale fondato da me. Appartiene a chiunque vi prenda parte, soprattutto ai giovani. Non può – e non deve – essere utilizzato per scopi individuali o commerciali.
E terzo: insieme alla mia famiglia sto creando una fondazione.
È già registrata ed esistente, ma non è ancora attiva e funzionante.
Questo è strettamente no-profit ovviamente e non ci sono interessi nella filantropia. È solo qualcosa che è necessario per gestire il denaro (royalties di libri, donazioni, premi in denaro ecc.) In modo completamente trasparente. Ad esempio, le tasse devono essere pagate prima di poterle dare a scopi di beneficenza specifici. Questo richiede molto tempo e lavoro, e quando la fondazione sarà completamente operativa, vi dirò di più.
L’obiettivo della fondazione sarà quello di promuovere la sostenibilità ecologica, climatica e sociale e la salute mentale.
Con amore / Greta”
 

Le critiche

Ovviamente l’azione ha già suscitato le prime critiche.
Non si era mai visto prima d’ora il fondatore di un movimento registrare il proprio nome e quello del movimento stesso per paura di essere sfruttati commercialmente.

Un metodo capitalista?

Tra le critiche più sensate vi è quella di utilizzare dei metodi capitalistici, da lei tanto criticati, per tutelare la sua immagine e per poter avere degli incassi da riutilizzare. In sostanza l’accusa è di essere ipocrita.
Tuttavia non è detto che ciò sia un male. Questo potrebbe essere un primo passo verso l’accettazione del fatto che il mondo non si divide solo in bianco e nero.

Il rischio

Il rischio è quello di screditare completamente un movimento nato con uno scopo nobile e di dare credito a tutti coloro che, dal primo giorno, affermano che Greta Thunberg sia solo un prodotto commerciale.