SEGUICI SU:

DELLO STESSO AUTORE

INSTAGRAM

CORRELATI

Pensioni di invalidità aumento in vista: è anche retroattivo!

Il Decreto Agosto prevede l’aumento delle pensioni di invalidità civile al 100% e per i cittadini in condizioni di invalidità totale.

Il Decreto Agosto  prevede l’aumento delle pensioni di invalidità civile al 100% e per i cittadini in condizioni di invalidità totale e di età pari o superiore a 18 anni. La norma prevede un aumento dell’assegno mensile da 285 euro a circa 650 euro in linea con i principi di una recente sentenza della Corte Costituzionale. 

L’adeguamento decorre dal 20 luglio, data a partire dalla quale sono riconosciuti gli arretrati ai beneficiari. 

Come richiedere l’aumento della pensione di invalidità?

I titolari di pensione di inabilità ex legge 222/1984 devono fare richieste specificando nelle Note “con decorrenza dal 1°Agosto 2020”. La scadenza per fare domanda di aumento delle pensione di inabilità è stata prorogata fino al 30 ottobre.

Le domande presentate entro questa data, se vi è riconosciuto il diritto, verrà riconosciuta dall’1 agosto. Per fare richiesta è necessario visitare il sito dell’INPS:

  • Accedere al servizio “Domanda Pensione, Ricostituzione, Ratei, ECOCERT, Ape Sociale e Beneficio precoci”;
  • Scrivere nel campo “note”: “Richiedo il riconoscimento della maggiorazione con decorrenza dal 1° Agosto 2020”; 

Dopodiché l’adeguamento sarà riconosciuto in automatico, con decorrenza dal 20 luglio 2020. I titolari di pensione di inabilità in base alla legge 222/1984, invece, devono fare domanda direttamente sul sito Inps o rivolgendosi a un patronato o un CAF.

Questo spetta ad invalidi civili totali, ciechi civili assoluti e sordi al compimento dei 18 anni e non più a partire dai 60. Agli invalidi al 100% titolari di prestazioni di invalidità civile e con i requisiti di legge verrà riconosciuto un incremento a 651,51 euro per tredici mensilità.

Requisiti reddituali: quali sono per ottenere l’aumento dell’assegno?

Per ottenere il diritto sono necessari alcuni requisiti reddituali. 

  • Il beneficiario se non coniugato deve possedere redditi propri non superiori a 8.469,63 euro (pari all’importo massimo moltiplicato per tredici mensilità);
  • Se invece coniugato: deve avere redditi propri non superiori a 14.447,42 euro. Se entrambi i coniugi hanno diritto all’incremento, questo concorre al calcolo reddituale.

Nel caso in cui l’attribuzione del beneficio a uno dei due comporti il raggiungimento del limite di reddito cumulato, nulla è dovuto all’altro coniuge. Se invece il limite non viene raggiunto, l’importo dell’aumento da corrispondere a un coniuge deve tener conto del reddito cumulato comprensivo dell’aumento già riconosciuto all’altro.

Al contrario, non concorrono al calcolo reddituale i seguenti redditi:

  • il reddito della casa di abitazione;
  • le pensioni di guerra;
  • l’indennità di accompagnamento;
  • l’importo aggiuntivo di 154,94 euro (legge 388/2000);
  • i trattamenti di famiglia;
  • l’indennizzo previsto dalla legge 25 febbraio 1992, n. 210, in favore dei soggetti danneggiati da complicanze di tipo irreversibile a causa di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazioni di emoderivati.
pensioni di invalidità aumento

Le altre misure del Decreto Agosto

Oltre alla pensione di invalidità le altre norme prevedono:

  • Assunzioni e decontribuzione: previsto fino a 6 mesi di esonero totale dal versamento dei contributi previdenziali per le imprese che assumono a tempo indeterminato o stabilizzano contratti a termine;
  • Prolungamento Cig: la cassa integrazione prevista in deroga all’emergenza Covid, viene portata a 18 settimane di trattamento;
  • Sgravi per il lavoro al Sud. Dal 1 ottobre le imprese con sede di lavoro al Sud (Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna) godranno di una riduzione del 30% del costo dei contributi;
  • Turismo e la ristorazione: tra i settori più colpiti dalla crisi Covid, arriva un contributo a fondo perduto da 2500 euro per gli acquisti 100% made in Italy;
  • Superbonus 100% per le ristrutturazioni edilizie
  • Piano cashback: per sostenere i consumi e i pagamenti elettronici, il piano scatterà il 1° dicembre 2020;
  • Reddito d’emergenza con una quota una tantum, da 400 a 800 euro per le famiglie in difficoltà.

CUE FACT CHECKING

CloseupEngineering.it si impegna contro la divulgazione di fake news, perciò l’attendibilità delle informazioni riportate su financecue.it viene preventivamente verificata tramite ricerca di altre fonti.

Grazie per essere arrivato fin qui

Per garantire lo standard di informazione che amiamo abbiamo dato la possibilità ai nostri lettori di sostenerci, dando la possibilità di:
- leggere tutti gli articoli del network (10 siti) SENZA banner pubblicitari
- proporre ai nostri team le TEMATICHE da analizzare negli articoli

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here