Leggendo quali sono le professioni più richieste o più pagate attualmente sul mercato ti sarà sicuramente capitato di imbatterti nella voce “Data Scientist”. Se vieni da un percorso economico o finanziario e hai pensato “mi mancano le basi di informatica” forse c’è una soluzione.

Il Data Scientist non è un informatico

Il Data Scientist è l’esperto che, utilizzando modelli statistici uniti alle sue conoscenze informatiche, è in grado di estrarre informazioni dai dati.
Un’altra definizione molto calzante è la seguente:
 “I data scientist sono esperti in grado di ricavare insight da enormi quantità di dati, strutturati e non strutturati, allo scopo di aiutare a definire o soddisfare esigenze specifiche e obiettivi aziendali.
Con la seconda definizione risulta chiaro che il Data Scientist necessiti di conoscenze economiche e aziendali e, pertanto, non deve essere visto come un informatico o uno statistico. Non solo almeno.

Dove sta l’inghippo?

Ciò che in molti pensano è che il Data Scientist sia un informatico che conosce qualche base di statistica o uno statistico che sa programmare. In realtà entrambe le cose sono solo parzialmente giuste.
Il Data Scientist deve analizzare e capire i dati per poi poter aiutare il management a prendere delle decisioni quindi deve necessariamente avere delle competenze economiche.

I percorsi universitari

Il problema fondamentale è che praticamente tutte le specialistiche universitarie in Italia collocano il Data Scientist all’interno di percorsi di ingegneria, informatica o matematica. Praticamente tutti ma non tutti.
Infatti è possibile intraprendere un percorso che si basi sulle conoscenze economiche a cui vanno integrate le conoscenze statistiche ed informatiche.
Quello che viene brutalmente definito un corso di “Data Science Business Oriented“.

In conclusione

Per concludere e rispondere alla domanda iniziale.
Sì, puoi diventare un Data Scientist pur avendo intrapreso un percorso economiche e non avendo, attualmente, competenze informatiche.
Ovviamente quelle dovranno maturare nel percorso ma la cosa fondamentale è avere una testa che ragioni sui problemi aziendali.