Home » Start up: investimenti in aumento in tutta Europa, nuovo record per l’Italia

Start up: investimenti in aumento in tutta Europa, nuovo record per l’Italia

Le Start up in Italia sono sempre più presenti grazie anche gli investimenti. Scegliere il conto corrente adatto è molto importante per la riuscita dell'impresa.

Categorie Impresa · Intermediari finanziari
Vuoi leggere tutti gli articoli del network (oltre 10.000) senza pubblicità?
ABBONATI A 0,96€/SETTIMANA

Le start up in Europa sono in grande crescita, non solo numericamente ma soprattutto per quanto concerne la loro competitività e la capacità di attrarre investitori. Il cosiddetto boom tech ha infatti portato nel 2021 oltre 120 miliardi di investimenti e anche l’Italia ha registrano un nuovo record, accompagnato dalla nascita di molti servizi appositi per queste realtà, come il conto corrente per startup che permette di gestire al meglio le spese della società.

Gli investimenti a beneficio delle start up sono stati operati spesso da realtà internazionali, a dimostrazione che si è notevolmente alzata l’attenzione nei confronti di queste attività, capaci di innovare e puntare anche ad un futuro maggiormente sostenibile. I numeri del settore sono infatti molto significativi, visto che gli investimenti in questo ambito sono persino triplicati rispetto all’anno precedente.

Il record Italiano

Le start up rappresentano ormai una realtà importantissima per l’Italia, visto il loro numero in crescente aumento e i miglioramenti che riescono ad apportare in materia di innovazione e perfezionamento di molti servizi. Il Ministero dello Sviluppo Economico, durante il mese di luglio, ha fotografato approfonditamente lo stato di salute delle start up italiane che in quel momento erano più di 13.500, molte delle quali per altro di recente costituzione.

Le start up italiane sono collocate sul territorio in modo abbastanza uniforme, anche se a vantare il maggior numero di realtà di questo tipo sono la Lombardia, il Lazio e la Campania. Per le start up italiane nell’ultimo anno sono cresciuti molto i soci, grazie appunto al record di investimenti, e anche ai servizi specifici. Uno dei più importanti è sicuramente la creazione di conti correnti ideati su misura per questi modelli di business.

Conti correnti per start up

I conti correnti appositi per le start up permettono loro di unire alle classiche operazioni, tipiche di ogni conto corrente, dei servizi esclusivi pensati per le loro esigenze. Alcuni di questi sono ad esempio:

  • Pagamento degli F24.
  • Ottenimento di un Pos.
  • Collegamento diretto con il commercialista.
  • Emissione delle fatture direttamente dal conto.
  • Massima flessibilità di gestione.
  • Semplicità di apertura.

Questi conti correnti specifici, molto facili da utilizzare, possono infatti essere aperti in modo rapido, tramite il web, seguendo una semplice procedura guidata e inviando i documenti richiesti. Quando questi conti vengono sottoscritti online hanno solitamente anche dei tempi di apertura molto celeri. Spesso i servizi di questo genere includono anche l’emissione di carte di debito, molto utili anche per la gestione dei collaboratori e un periodo di prova durante il quale è possibile annullare la sottoscrizione.

In conclusione è quindi evidente che le start up continuano a crescere, e di conseguenza anche ad attrarre nuovi investimenti, perché possono beneficiare di un “ecosistema” adatto a loro, in quanto ricco di servizi e funzionalità. Un aspetto che dimostra anche chiaramente come la natura innovativa ed estremamente professionale di queste realtà sia in netta espansione e venga giustamente sempre più apprezzata nel mondo del lavoro e nella società italiana ed europea.

Lascia un commento