Home » Cina: investimenti per 6 miliardi in servizi cloud nel primo trimestre 2021

Cina: investimenti per 6 miliardi in servizi cloud nel primo trimestre 2021

La Cina è leader mondiale negli investimenti sui servizi cloud con circa 6 miliardi di dollari investiti nel corso del 2021.

Categorie Aziendale · Economia · Finanza · Impresa · Management

Secondo un report di Canalys, la spesa e gli investimenti che la Cina sta destinando per i servizi cloud e le relative tecnologie sono aumentate del +55% nei primi mesi dell’anno in corso. Interessante notare come l’80% degli investimenti in Cina riguardo al cloud è realizzato da quattro imprese: Alibaba, Huawei, Tencent e Baidu. I dati forniti ci indicano che è stata registrata una spesa complessiva di 6 miliardi di dollari per servizi cloud nel primo trimestre del 2021. Un mercato quello del cloud che si lega strettamente al mondo e al mercato dei videogiochi e dell’e-sport.

Cina è la leader indiscussa negli investimenti in servizi cloud

La spesa totale è aumentata di 2,1 miliardi di dollari rispetto al primo trimestre del 2020 e di oltre 200 milioni di dollari rispetto al trimestre precedente. La crescita dei servizi di infrastruttura cloud in Cina continua a superare il resto del mondo, supportata dal governo che la rende una priorità strategica.

I fattori chiave che hanno alimentato gli investimenti includono una rapida crescita economica e una maggiore attenzione alla trasformazione digitale a seguito della pandemia. Nel complesso, la Cina rappresenta il secondo mercato più grande dopo gli Stati Uniti, rappresentando il 14% degli investimenti globali rispetto al 12% del primo trimestre 2020. I primi quattro fornitori di servizi cloud sono Alibaba Cloud, Huawei Cloud, Tencent Cloud e Baidu AI Cloud. Quest’ultimi, insieme, rappresentano oltre l’80% della spesa totale. La Cina, quindi, sta cercando di aggredire questo settore tecnologico insieme ad altri nuovi mercati nel corso dei successivi anni.

cina investimenti servizi cloud

“I servizi digitali, inclusi di tutto, dai pagamenti e contenuti digitali al coinvolgimento dei clienti e social e all’apprendimento a distanza, sono fattori chiave alla base della domanda di servizi di infrastruttura cloud in Cina”, ha affermato l’analista di Canalys Blake Murray. A un anno dall’inizio della pandemia di COVID-19, i fornitori di servizi cloud nel paese hanno consentito l’accelerazione delle agende digitali del governo e di altre organizzazioni, comprimendo diversi anni di piani di trasformazione in tempi molto più brevi. Sono stati in grado di costruire relazioni critiche con i clienti all’inizio della pandemia per supportare una rapida trasformazione digitale. Ora stanno investendo pesantemente per aumentare la loro capacità, sviluppare database basati su cloud, capacità di archiviazione e calcolo per sostituire l’infrastruttura IT locale, abilitare un ampio ecosistema di sviluppatori per lo sviluppo cloud-native ed estendere il cloud e l’intelligenza artificiale a tutti i settori.

Alibaba come miglior fornitore di servizi cloud

Alibaba Cloud ha guidato il mercato dei servizi cloud della Cina con una quota degli investimenti del 40%, anche se la sua crescita è rallentata al 38% nel trimestre. Huawei Cloud ha realizzato i maggiori guadagni durante il trimestre, crescendo del 116% per conquistare una quota di mercato del 20%. È cresciuto fortemente grazie a clienti Internet e progetti governativi, nonché a importanti vittorie nel settore automobilistico. Attualmente sta costruendo il suo più grande centro dati a Gui’an per fornire servizi nel sud-ovest della Cina.

Tencent è terzo con una quota del 14%. Si è espansa nel settore sanitario, al dettaglio, nell’istruzione e nei trasporti. Ha inoltre aumentato la sua attenzione sulle opportunità aziendali istituendo un programma di ecosistema SaaS. Inoltre, ha lanciato Enterprise App Connector per semplificare la gestione di più prodotti SaaS. Baidu AI Cloud è stato il quarto più grande fornitore di servizi cloud, rappresentando il 7% della spesa totale nel primo trimestre del 2021. Ha avuto un successo continuo con i grandi clienti di servizi finanziari ed è cresciuto anche nei settori del governo, delle imprese, di Internet, dei trasporti e della sanità.

cina investimenti servizi cloud

La Cina, gli investimenti e la continua espansione dei servizi cloud

“Il 2021 sarà un anno di crescita per i servizi cloud in Cina a causa della continua espansione dei servizi online, della digitalizzazione di processi e operazioni e degli investimenti tra industrie, imprese e settori governativi. Ciò aumenterà i casi d’uso e aumenterà la proposta di valore dei servizi cloud”, ha affermato il capo analista Matthew Ball. I fornitori cinesi estenderanno anche la loro portata oltre il mercato interno ed esporteranno i loro servizi cloud in tutto il mondo. Questo ha l’obiettivo di accelerare la trasformazione digitale in altre parti della regione Asia-Pacifico, Europa, Medio Oriente e Africa. Ma dovranno affrontare le sfide in corso presentate dalle leggi locali sulla sovranità dei dati e dalle esigenze specifiche del settore altamente personalizzate. Attrarre ecosistemi di sviluppatori locali, consentire alle PMI di adottare servizi cloud e lavorare con i governi, oltre a costruire data center, sarà fondamentale per il loro successo.

Lascia un commento